Archivio di Stato di Catania

IT-CT0299

Stato dell'indicizzazione

Completa

Avviso

Al fine di consentire l’accesso rapido ai registri di stato civile è stato ripristinato quanto presente nella precedente versione del Portale. In parallelo, saranno effettuate le correzioni sui dati dell’Archivio di Stato di Firenze, del cui esito sarà data tempestiva comunicazione.

Stato civile

Lo stato civile venne istituito nel 1819 da Ferdinando I, re delle Due Sicilie. Il fondo comprende il materiale prodotto nel periodo borbonico e quello successivo di epoca unitaria, il modus operandi di comuni restò pressoché invariato.  Gli ufficiali dello stato civile compilavano i seguenti registri: atti delle nascite legittime, atti delle nascite illegittime o dei proietti, memorandum, atti di matrimonio o solenne promessa, atti di morte e atti diversi. Al contempo erano raccolti in fascicoli gli allegati agli atti di nascita, di matrimonio ecc. Con Regio decreto del 15 novembre 1865 fu introdotto il nuovo ordinamento che prevedeva la compilazione dei registri di cittadinanza, ma faceva venir meno i registri degli atti diversi.

Il fondo comprende i registri dello stato civile e i relativi allegati di comuni del territorio di Catania per gli anni 1820-1893.

Per il periodo 1820-1865 si conserva la documentazione prodotta dallo stato civile di Catania (ma solo dal 1841 al 1865) e dei comuni sottoposti all’Intendenza di Catania. Era compreso in questa serie anche il materiale relativo alle località attualmente nella provincia di Enna (istituita nel 1927): Assoro, Carcaci, Catenanuova, Centuripe, Gagliano, Leonforte, Nicosia, Nissoria, Regalbuto, Sperlinga e Troina. Tale documentazione è stata trasferita presso l’Archivio di Stato di Enna nel 2013.

Per il periodo 1866-1893 si conservano invece i registri del comune di Catania e provincia, ad esclusione dei comuni di Caltagirone, Grammichele, Militello, Mineo, Mirabella, Palagonia, Raddusa, Ramacca, S. Cono, S. M. di Ganzeria, Vizzini.

Liste di leva

Il fondo Distretto militare di Catania (1840-1890) conserva:

Liste di leva (1840-1948). La serie comprende anche materiale dall’età pre unitaria. Alle liste di leva per il periodo dal 1840 al 1890 si aggiungono i registri di estrazione. Per il periodo 1844-1891 sono consultabili, inoltre, i registri dei verbali delle sedute ordinarie dei Consigli di leva e le liste generali dei renitenti.

Il fondo Capitaneria di porto di Catania comprende le liste di leva degli arruolati in Marina e consta di 94 registri relativi alle classi di leva 1936-85. Il fondo è consultabile mediante gli elenchi di versamento articolati per anno prodotti dallo stesso ente.

Fogli e ruoli matricolari

Il fondo Distretto militare di Catania conserva:

Ruoli matricolari (1871-1889) (comprende le classi di leva 1871, 1877, 1880, 1887, 1889). Per le ricerche nei registri ci sia avvale di un repertorio alfabetico costituito da un elenco di nomi e relativo numero di matricola, suddivisi per anno. Gli stessi strumenti di ricerca sono consultabili on line.

Fascicoli personali di militari (1862-1900).  A questo consistente nucleo si sono aggiunti nel 2013 e nel 2016 ulteriori 360 fascicoli con documentazione di militari delle classi dal 1876 al 1898 che integrano il versamento originario. I fascicoli sono ordinati per classe di nascita. La ricerca avviene mediante diversi strumenti di consultazione articolato seguendo l’anno di estrazione e l’elenco alfabetico dei nomi dei militari di cui si possiede il fascicolo. Gli stessi elenchi sono consultabili on line.

Patrimonio archivistico